Sicurezza alimentare

ISO 22000:2005 - SISTEMI DI GESTIONE PER LA SICUREZZA ALIMENTARE

La norma ISO 22000 nasce principalmente con lo scopo di armonizzare a livello internazionale i diversi standard  volontari sviluppati in ambiti nazionali per lo sviluppo e la gestione della sicurezza alimentare attraverso il metodo HACCP.

La sicurezza alimentare è una responsabilità che può essere assicurata principalmente attraverso gli sforzi combinati di tutte le figure coinvolte nella filiera agro-alimentare.

A questo scopo la norma introduce il fondamentale concetto della comunicazione interattiva tra le diverse figure. La comunicazione lungo la filiera è essenziale per assicurare che tutti i pericoli per la sicurezza alimentare siano identificati ed adeguatamente controllati in ogni fase della filiera. Questo implica una comunicazione tra le organizzazioni verso monte e verso valle, lungo la filiera.

La norma conferma inoltre la validità dei principi del Codex Alimentarius per lo sviluppo del sistema HACCP e crea un elemento di congiunzione tra i sistemi di gestione della qualità implementati in accordo alla ISO 9001 e i sistemi di autocontrollo aziendale sviluppati ai sensi del D.Lgs 193/2007 (ex D. Lgs. 155/97) e del regolamento comunitario Reg. 852/04 in vigore dal 1° gennaio 2006.

Questo standard si pone come punto di riferimento per gli operatori per l’applicazione dei regolamenti comunitari in materia di igiene e sicurezza alimentare.

Alcuni elementi chiave per la gestione della sicurezza alimentare:

- Comunicazione interattiva: la comunicazione a monte e a valle della filiera (con i fornitori e con i clienti) deve essere basata sulle informazioni scaturite dalla analisi dei pericoli e finalizzata ad una maggiore efficacia nella gestione della sicurezza alimentare;
- Sistema di gestione attivo ed efficace costantemente aggiornato;
- Principi HACCP - ISO 22000: secondo i 7 principi del Codex;
- Programmi dei prerequisiti: condizioni e procedure trasversali mirate al controllo di aspetti ambientali e operativi che costituiscono il fondamento per il sistema HACCP;

La norma può essere applicata in maniera indipendente o in combinazione con altri sistemi di gestione (es. ISO 9001).

Lo standard interessa sia gli attori della filiera agroalimentare (ad es. produttori di mangimi, di alimenti, distributori) sia quelli indirettamente coinvolti nella filiera (ad es. produttori di packaging, fornitori dei servizi di pulizia).

Vantaggi

- Pianificare, attuare, rendere operativo, mantenere e aggiornare un sistema per la gestione della sicurezza alimentare focalizzato ad ottenere prodotti che, secondo l'uso previsto, siano sicuri per il consumatore;
- Assicurare la conformità ai requisiti di legge applicabili per la sicurezza alimentare;
- Valutare e definire i requisiti del cliente e dimostrare la conformità con quei requisiti mutuamente concordati con il cliente che riguardano la sicurezza alimentare al fine di aumentare la soddisfazione del cliente;
- Organizzare e finalizzare verso la sicurezza alimentare la comunicazione con i propri partner commerciali;
- Ottimizzare le risorse interne e lungo la filiera;
- Comunicare efficacemente gli aspetti della qualità alimentare ai fornitori, ai clienti e alle pertinenti parti interessate della filiera alimentare.